giovedì 18 agosto 2011

Elliott Erwitt








è un fotografo francese, ma statunitense di adozione.
Nato a Parigi da genitori ebrei di Russia, la famiglia emigrò negli Stati Uniti nel 1939. Studiò fotografia al Los Angeles City College dal 1942 al 1944, e cinema alla New School for Social Research dal 1948 al 1950. Durante la Seconda guerra mondiale servì in Francia e in Germania come assistente fotografo nell'esercito. In seguito lavorò per la Standard Oil.
Dal 1950 al 1952 Erwitt iniziò a lavorare come fotografo freelance professionista, realizzando sia servizi giornalistici sia pubblicitari (per esempio per Air France e KLM), per poi entrare a far parte dell'agenzia fotografica Magnum, fondata da Robert Capa e Henri Cartier-Bresson.
A partire dagli anni settanta si interessò per qualche tempo al video, girando spot pubblicitari e documentari. Nel 1974 pubblicò il libro fotografico Son of a Bitch, in cui erano raccolti numerosi scatti di cani ripresi in pose o situazioni buffe. Fu grazie a questo genere di foto che il lavoro di Erwitt fece il giro del mondo

2 commenti:

  1. vorrei farvi un'annotazione.....anzi due...
    1) su questo blog postate troppo spesso...io non riesco a starvi dietro.....un post al giorno sarebbe sufficiente.....
    2) il blog è troppo carico di contenuti e mi risulta lento in ogni operazione che svolgo.....un consiglio ...create più pagine dove potete mettere per esempio i video che pesano molto......
    Scusate se mi sono permessa...ma trovo tutto molto interessante ma impossibile da seguire con attenzione...
    buona giornata

    RispondiElimina
  2. ahahah, ti amo amica mia... Battute a parte, ho gradito il tuo commento; è vero quello che hai detto... E' che sarei tentata parallelamente di aprirne un'altro, ma poi mi sono detta, non diventeranno troppi? L'arte è immensa come l'universo

    RispondiElimina