domenica 17 giugno 2012

Oliviero Beha




è un giornalista, scrittore, saggista, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano.
Carta stampata, radio e TV

Ha lavorato e scritto per testate come Tuttosport, Paese Sera, La Repubblica, Rinascita, Il Messaggero, Il Mattino e L'Indipendente e dal 1987, nell'ambito della sua attività televisiva, ha condotto su Rai 3 trasmissioni come Va' pensiero insieme ad Andrea Barbato, Un terno al lotto (1991), Video Zorro (1995) e Brontolo (2010).

Ha condotto e realizzato trasmissioni radiofoniche come Radio Zorro, Radioacolori e Beha a colori.

Fece scalpore una sua inchiesta, condotta nel 1984 assieme a Roberto Chiodi, dove asseriva che la partita tra Italia e Camerun del Campionato mondiale di calcio 1982 fosse stata truccata tramite un accordo simultaneo di giocatori di entrambe le squadre. L'ipotesi accusatoria venne quasi subito smentita poiché la Nazionale italiana, per passare il turno, aveva a disposizione due risultati su tre - la vittoria e il pareggio - mentre il Camerun, per passare il turno, doveva per forza vincere; all'epoca le gare dell'ultima giornata della fase a gironi non si giocavano in contemporanea e, in quell'occasione, la Polonia era già qualificata, mentre l'ultimo posto disponibile era conteso tra Italia e Camerun.

Altre attività

Dal 2001 al 2006 è stato docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi alla Facoltà di Architettura Valle Giulia dell'Università La Sapienza di Roma.

Dal 2005 è commentatore politico e di costume per l'Unità. Fa parte della redazione del quotidiano Il Fatto Quotidiano, diretto da Antonio Padellaro.



Nessun commento:

Posta un commento