lunedì 16 gennaio 2012

Rocky Graziano





pseudonimo di Thomas Rocco Barbella, è stato un pugile statunitense di origini abruzzesi e siciliane.
La International Boxing Hall of Fame lo ha riconosciuto fra i più grandi pugili di ogni tempo.
Tre suoi famosi incontri furono dichiarati Ring Magazine fight of the year:
1945 - Rocky Graziano KO10 Red Cochrane I
1946 - Tony Zale KO 6 Rocky Graziano I
1947 - Rocky Graziano KO6 Tony Zale II
Incontri dichiarati Ring Magazine upsets of the year:
1945 - Rocky Graziano KO 3 Billy Arnold
1946 - Rocky Graziano KO 2 Marty Servo
La rivista Ring Magazine lo ha classificato al 23º posto nella propria classifica dei 100 più grandi puncher di ogni epoca.
Soprannominato The Rock dopo un'adolescenza turbolenta si avvicinò alla boxe grazie ad un militare che lo allenò durante la sua detenzione in un campo di lavori forzati per aver disertato il servizio militare.
Dopo aver scontato la pena, in cerca di soldi per evitare di ricadere nel tunnel della criminalità iniziò a combattere in incontri con borsa da pochi dollari fino a quando venne convinto dal suo manager ad allenarsi seriamente.
Dopo aver vinto il Campionato Pesi Welter Metropolitano AAU di New York ed aver combattuto contro Mickey Caderelli iniziò la sua scalata verso i vertici mondiali della boxe professionistica.

Carriera da professionista

Dotato di un pugno destro particolarmente potente, si distinse in numerosi incontri conclusi prima del limite, con il KO di malcapitati avversari.
Nel 1948 la National Boxing Association revocò a Graziano la sua licenza di pugile in ogni zona del mondo sotto la supervisione della WBA. La decisione fu presa dopo che Graziano non denunciò un uomo che gli aveva offerto 100.000 dollari se avesse perso il 1 dicembre dello stesso anno contro Fred Apostoli. Graziano non si era presentato al match contro Apostoli dichiarando ai medici della federazione di essere infortunato.
La revoca era valida negli USA, in Gran Bretagna e negli stati europei controllati dalla Federazione Pugilistica Europea, Cuba, Messico e Canada.
Ralph Tribuani riuscì a fargli avere una licenza per combattere nel Delaware, grazie alla quale Graziano riuscì a tornare ai livelli precedenti. Al Chicago Stadium il 16 luglio 1947 si laureò campione del mondo dei pesi medi, battendo alla sesta ripresa per KO Tony Zale, mentre in seguito fu sconfitto da Sugar Ray Robinson per KO alla terza ripresa.

Il film

Nel 1956 il film ispirato dall'autobiografia di Graziano Lassù qualcuno mi ama, con Paul Newman, narra la storia del campione italoamericano, che attraversando un'adolescenza passata nei riformatori e nei penitenziari riesce a canalizzare la rabbia in quello che sa fare meglio, combattere.

Nessun commento:

Posta un commento