lunedì 9 gennaio 2012

Paola Quattrini






Debuttò nel mondo dello spettacolo fin da bambina esordendo nel cinema a quattro anni nel film Il bacio di una morta di Guido Brignone, alla radio a otto anni in Cavallo a dondolo a fianco di Corrado e in teatro a dieci anni in Il potere e la gloria di Graham Greene, per la regia di Luigi Squarzina.

Ha interpretato vari film nel genere commedia, ma anche film drammatici come Panagulis vive (1982) di Giuseppe Ferrara. È stata diretta da Vittorio Gassman in Di padre in figlio (1982) e con lo stesso Gassman ha recitato in uno dei suoi ultimi film: La bomba (1999).
Per la televisione ha interpretato, negli anni settanta, alcuni sceneggiati di successo, fra cui I demoni (1972) e Puccini (1973). Nel decennio successivo ha condotto, con Johnny Dorelli, il varietà Finalmente venerdì (1989). Negli anni settanta ed ottanta ha posato nuda più volte per Playmen e per l'edizione italiana di Playboy.
In teatro ha lavorato soprattutto in commedie brillanti come Il gufo e la gattina al fianco di Walter Chiari e Mi è cascata una ragazza nel piatto al fianco di Domenico Modugno. È stata inoltre protagonista di Se devi dire una bugia dilla grossa con Johnny Dorelli e Oggi è già domani, ultima regia di Pietro Garinei al Teatro Sistina di Roma.
Nel 1993 vinse il Nastro d'Argento alla migliore attrice non protagonista per l'intepretazione di Lea in Fratelli e sorelle di Pupi Avati.
Nel 2003 il presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi le conferì l’onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana, per una vita dedicata al cinema, alla televisione e al teatro.
Nel 2009 ha pubblicato il libro A.M.O.R.E., romanzo autobiografico edito da Simonelli Editore.
È stata sposata tre volte, anche la figlia Selvaggia Quattrini ha intrapreso la carriera di attrice

Nessun commento:

Posta un commento