martedì 4 ottobre 2011

Neri Marcorè







è un attore, imitatore, doppiatore, conduttore televisivo e cantante italiano.
Si è fatto conoscere dal pubblico fin da giovanissimo partecipando a spettacoli itineranti e televisivi condotti e organizzati dal conduttore radiofonico e showman Giancarlo Guardabassi, tuttora proprietario della radio privata "Radio Aut Marche", dove Marcorè è stato spesso ospite. Dopo aver conseguito il diploma di interprete parlamentare in inglese e tedesco presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori "Carlo Bo" di Bologna, dal 1993 ha lavorato come doppiatore per varie società.
Sempre nel 1993 inizia la sua carriera teatrale con La finta malata di musica di Carlo Goldoni. Il suo impegno televisivo inizia con Corrado, che lo lancia a La Corrida nel 1988; partecipa poi a Stasera mi butto, varietà condotto da Gigi Sabani, e a Ricomincio da due, condotto da Raffaella Carrà. Doppia il genio del quiz in Producer, il grande gioco del cinema con Serena Dandini e Claudio Masenza.
Nel 1997, sempre al fianco della Dandini, Corrado Guzzanti e Sabina Guzzanti partecipa al Pippo Chennedy Show, seguito, nel 1999 E A Ciro (Italia 1) Le Sue Imitazioni Erano Bruno Pizzul,Pucci Pucci Nel 2001, da L'Ottavo Nano. Collabora anche con la Gialappa's band in Mai dire Domenica tra il 2002 e il 2003. Attualmente (dall'ottobre del 2001), conduce su Rai 3, in collaborazione con Piero Dorfles, Per un pugno di libri, il noto telequiz basato sui libri e relativi autori.
Sempre con la Dandini, lavora nel programma Parla con me, dove ha imitato tra gli altri Luciano Ligabue, Antonio Di Pietro, Zapatero, Clemente Mastella, Jovanotti, Piero Fassino, Maurizio Gasparri, Alberto Angela, Daniele Capezzone e Niccolò Ghedini.
Nella stagione 2006-2007, ha condotto - assieme a Riccardo Pandolfi - il programma comico-satirico Siamo se stessi, andato in onda su RadioDue dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 10:00-11:30. Nel 2007 si è candidato alle primarie del Partito Democratico con una lista a sostegno di Walter Veltroni nel Collegio di Fermo.
Il 22 gennaio 2008 debutta al teatro Ambra Jovinelli di Roma con il suo nuovo spettacolo, Un certo signor G., omaggio al grande Giorgio Gaber di cui interpreta le canzoni ed i monologhi. Il 16 aprile 2009 presenta nella Sala della lupa a Montecitorio il documentario La rinascita del parlamento. Dalla Liberazione alla Costituzione prodotto dalla Fondazione della Camera dei deputati in cui racconta la nascita della Costituzione italiana con la regia di Antonio Farisi e la sceneggiatura di Alessandro Rossi.
La proiezione è stata introdotta dal Presidente della Camera dei deputati Gianfranco Fini e dal Presidente della Fondazione Fausto Bertinotti. Il dvd del documentario, con allegata copia della Costituzione, viene distribuito gratuitamente.
Protagonista di fortunate fiction RAI (Papa Luciani - Il sorriso di Dio, Tutti pazzi per amore), al cinema ha raggiunto i suoi risultati migliori sotto la direzione di Pupi Avati: Il cuore altrove (2003), La seconda notte di nozze (2005), Gli amici del bar Margherita (2009). È direttore artistico del Teatro delle api di Porto Sant'Elpidio (FM).
Nelle stagioni 2008/2009 e 2009/2010 è protagonista di uno spettacolo di teatro canzone di grande successo, intitolato "Attenti a quei due" (il titolo è ispirato a quello dell'omonima serie televisiva), con il cantautore Luca Barbarossa. Nello stesso anno ha cantato nell'album di Claudio Baglioni "Q.P.G.A.", nella canzone "Al mercato".
Neri Marcorè è attualmente impegnato nelle riprese del film "La scomparsa di Patò", tratto dall'omonimo romanzo di Andrea Camilleri. Marcorè interpreta Antonio Patò il ragioniere della banca di Vigàta che scompare durante le celebrazioni del Venerdì Santo. Le riprese si svolgono nella provincia di Agrigento tra Canicattì, Naro, Agrigento, la Valle dei Templi e la Scala dei Turchi di Realmonte. La regia del film è di Rocco Mortelliti con la collaborazione di Maurizio Nichetti.
Nel 2010 ritorna nel cast della fortunata fiction Tutti pazzi per amore 2 al fianco dell'attrice Carlotta Natoli e di Emilio Solfrizzi. Nel 2011 recita nella serie di Raiuno Fuoriclasse a fianco di Luciana Littizzetto; sempre nello stesso anno interpreta Leonardo nello spot della TIM insieme a Bianca Balti e Marco Marzocca, e successivamente Cristoforo Colombo insieme a Raffaella Carrà. Partecipa all'album Sale di Sicilia di Edoardo De Angelis, duettando con il cantautore nella canzone Abele (nella parte di Caino) e conduce il Concerto del Primo Maggio organizzato dai sindacati CGIL, CISL e UIL.


Imitazioni


Maurizio Gasparri
Forse la più nota delle sue imitazioni. Marcorè rappresentava Gasparri, all'epoca Ministro delle Telecomunicazioni, come un uomo dal forte accento romanesco e completamente imbecille, che non sa neppure cosa sia scritto sulla Legge Gasparri perché non l'avrebbe scritta lui, anzi non l'avrebbe neanche letta. Famose anche le imitazioni fatte durante la trasmissione L'ottavo nano, in cui Gasparri cercava spazio per la sua campagna elettorale.


Pierferdinando Casini
Viene interpretato in varie occasioni, soprattutto a L'ottavo nano, dov'è rappresentato come un politico che cerca di creare spot elettorali, ma viene sempre interrotto da Berlusconi (al quale fa da autista) per un motivo o per un altro (come cambiare una ruota alla macchina), dove è spesso alle prese con un Umberto Bossi imitato da Corrado Guzzanti.


Antonio Di Pietro
Interpretato a Parla con me, viene raffigurato come un politico che non sa quello che fa e che quando deve rispondere usa sempre qualche proverbio appropriato.


Alberto Angela
Angela viene raffigurato come un divulgatore dilettante convinto di essere in posti impervi (come il deserto del Sahara o il Polo Nord) quando in realtà si trova in tutt'altri luoghi (come un luna park, un supermercato, gli studi televisivi della RAI). Viene fortemente accentuata la caratteristica di Angela a gesticolare.


Conte Svarovski
Nell'Ottavo Nano Marcorè è protagonista di una pregevole imitazione degli sceneggiati Rai in bianco e nero degli anni 60/70, nella quale interpreta appunto il Conte russo Svarovski, uscito per errore dalla pellicola e quindi capace di ripetere solo le battute della scena interrotta, nella quale tenta di ritornare per terminare il film.


Luciano Ligabue
Il cantante viene spesso imitato e le sue canzoni modificate per divenire canzoni satiriche sull'attualità. Viene dipinto come un amante dei Panini "pesanti" che si mangiano negli autogrill sull'autostrada e che presentano tutta una serie di nomi esilaranti come il "Don Strutto" il "Mastrolardo" e il "Big Bang Besciamella".


Bruno Pizzul
Pizzul viene rappresentato da Marcorè come Hannibal Lecter in camicia di forza e il suo piatto preferito sono i calciatori.


José Luis Rodríguez Zapatero, nella trasmissione Parla con me di Serena Dandini, raffigurato come sosia di Mister Bean.


Jovanotti
Alessandro Del Piero
Sandro Piccinini
Raffaele Morelli
Niccolò Ghedini
Gianni Riotta
Viene raffigurato come un giornalista fortemente americanizzato, che suole richiamare all'attenzione lo share ottenuto dal TG1 (da lui definito "Tg One")


Piero Fassino
Fassino viene raffigurato come un magrissimo politico, che indossa vestiti di una taglia più grande, pieno di tic nervosi, che utilizza come intercalare "santa polenta"


Gad Lerner
Lerner viene raffigurato come uno snob, anch'egli pieno di tic nervosi. Spesso mangia semi di girasole.


Luca Barbarossa
Edoardo Bennato
Pupo
Amedeo Minghi
Luciano Moggi
Renato Schifani
Daniele Capezzone
Ivano Fossati
Flavio Insinna
Paola Binetti
Raffigurata come una puritana, che tende a confessare i membri del PD, per poi assolverli con punizioni corporali, posseduta da tutte le anime della sinistra, con una tendenza alla raucedine.


Curiosità


Già durante il servizio militare, svolto come istruttore Agi dei granatieri di Sardegna a Orvieto, imitava perfettamente all'altoparlante la voce del comandante della caserma suscitando l'ilarità della truppa. La sua squadra del cuore è l'Ascoli Calcio, per cui fa il tifo sin da ragazzino. Marcorè dimostra il proprio affetto verso la società recandosi spesso a vedere le partite dell'Ascoli. Come ha dichiarato alla trasmissione per ragazzi Screensaver, Ligabue non gradisce la sua imitazione che Marcorè fa per la trasmissione di Serena Dandini Parla con me. Al contrario, Alberto Angela approva a tal punto la sua parodia che è anche comparso in uno sketch al fianco di Marcoré.
Il 25 ottobre 2008 ha cantato una canzone al concerto di Elio e le Storie Tese a Porto Sant'Elpidio in occasione della festa di San Crispino, e al suo ingresso a sorpresa c'è stata una grandissima standing-ovation.
È alto 188 centimetri.
Ha tre figli.
Ha interpretato per tre anni a teatro 'Un certo signor G' reinterpretando le canzoni di Giorgio Gaber.
Frequentato il liceo linguistico ad Ancona, ha studiato come interprete parlamentare in inglese e tedesco a Bologna.




Nessun commento:

Posta un commento